Calabria: in 18 per rimpiazzare Grasso alla Direzione Nazionale Antimafia tra cui il calabrese Macrì

Anti-Mafia Prosecutors Office of Italy will help to fight the crime in Central AmericaBen diciotto candidature per quella che si preannuncia una sfida tra “procuratori di peso” nel campo alla lotta alla criminalità organizzata per la successione di Pietro Grasso al vertice della Direzione nazionale antimafia. Tra i contendenti vi sono anche due procuratori generali, uno calabrese, Vincenzo Macrì, attualmente ad Ancona dopo essere stato per tanti anni aggiunto alla Dna e in precedenza pm a Reggio Calabria e l’altro in servizio a Catanzaro, Santi Consolo.