Borsa & Finanza: Rosso per tutte le borse, Piazza Affari tiene

wallpaper3XBWTerzo ribasso consecutivo per le borse del Vecchio Continente che anche ieri vedono prevalere decisamente i segni negativi peggiorando così ulterioramente il quadro tecnico. A registrare le performance peggiori Parigi e Francoforte con cali marcati superiori ai due punti percentuali, il Cac40 e il Dax terminano la giornata rispettivamente con un -2.35% e -2.34%. Forti vendite anche per l’Ibex spagnolo che cede l’1.83%, riescono viceversa a limitare, almeno parzialmente i danni, Milano e Londra che chiudono con un -0.96%. A Piazza Affari dopo un’apertura in territorio positivo gli orsi sono andati velocemente a richiudere il gap up foramtosi in apertura conducendo successivamente il nostro listino a raggiungere i due target, evidenziati la scorsa ottava, posti a 15126-15037 punti doppia area supportiva che ha retto molto bene e fatto rimbalzare sul finale il nostro future Ftsemib. Sul mercato Forex dopo parecchie sedute in rialzo per l’euro ieri si sono definite, a partire dalla tarda mattinata, le prime decise prese di profitto sulla moneta unica che ha registrato una seduta in forte calo cedendo 150 pips rispetto al dollaro americano. Debole anche il cable in seguito alla diffusione delle minute della BoE, ritraccia l’eurjpy dopo il forte rimbalzo della vigilia. Lo spread tra Btp e Bund in discesa a 301 bp..Dopo il rimbalzo registrato martedì tornano cospicue vendite anche a Wall Street che raggiunge così i primi supporti di breve termine lo S&P500, col calo di ieri arrivato a sfiorare i due punti percentuali, raggiunge il primo target fissato a 1537 punti. A fine giornata il listino peggiore è il Nasdaq100 (-1.83%), a seguire S&P500 (-1.43%) ed infine il DJ (-0.94%).

Tornando a Piazza Affari ieri in vetta al nostro listino troviamo Tenaris (+1.75%) che registra una positiva seduta dopo aver testato alla vigilia un’importante fascia supportiva, in verde anche Snam Rete Gas (+1.35%), Mps (+0.47%), Intesa (+0.24%), frazionale rialzo anche per Azimut (+0.08%). Tra i titoli in negativo, maglia nera di giornata per Stm (-5.42%), forte ribasso anche per Buzzi Unicem (-4.98%) in calo di quasi cinque punti, male Telecom Italia (-3.68%), Generali (-3.14%) cede oltre tre punti ed infine Saipem (-2.71%).

Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico sul fronte Usa alle 14.30 si conoscerà il dato relativo ai sussidi di disoccupazione previsto solo frazionalmente in salita rispetto a sette giorni fa. Successivamente, novanta minuiti più tardi, verrà pubblicato il Superindice di marzo e l’indice manifatturiero di Philadelphia. Sul fronte societario oggi verranno pubblicati i conti di Pepsico e di Verizon Communications, dopo la chiusura dei mercati sarà la volta di Google e Microsoft. In Europa non sono previsti dati macro di rilievo eccezion fatta per le vendite al dettaglio relative al Regno Unito. Da monitorare l’esito della aste spagnole e francesi che si svolgeranno in mattinata; A Piazza Affari da monitorare con attenzione il titolo Stm, dopo la forte discesa di ieri, in quanto oggi verranno pubblicati i conti di Nokia.

Ti ricordiamo inoltre gli eventi formativi di questa settimana:

Giovedì 18 Aprile 17:00-18:30Range bar Trading Methods 2/2

Venerdì 19 Aprile 17:00-18:00 - Harmonic Price Pattern

Marco Dall’Ava

marco.dallava@xtb.it

XTB Italia

X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti  può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità.