Arte: in mostra ad Acri (Cs) i vincitori del concorso ‘Young at Art’

macaPer il secondo anno consecutivo, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) apre i suoi spazi ai giovani talenti artistici calabresi, dedicando loro una rassegna che funge da esito al concorso ‘Young at Art’, conclusosi il 24 marzo scorso. La mostra, a cura di Massimo Garofalo e Andrea Rodi, inaugura sabato 20 aprile, in contemporanea con l’importante personale dedicata al pittore Pino Chimenti, e raccoglie le opere di 12 artisti under 35 nati in Calabria. Il numero degli artisti selezionati e’ raddoppiato rispetto a quelli che hanno preso parte all’edizione 2012 del progetto ‘Young at Art’ e, per questa seconda edizione, e’ sensibilmente aumentato anche il numero totale dei candidati al concorso, arrivando a sfiorare le cento unita’, a testimonianza dell’estrema vitalita’ della scena artistica calabrese e della varieta’ della sua offerta, capace di spaziare attraverso tutti i linguaggi e le forme espressive dell’arte contemporanea. Particolarmente ricca e’, quest’anno, la sezione dedicata alla fotografia, che annovera gli artisti Domenico Mendicino, Gregorio Paone, Marco Colonna, Salvatore Colloridi e Salvatore Insana. Quest’ultimo e’ presente, con un’opera, anche nella sezione video, di cui fa parte inoltre l’artista Giusy Pirrotta. Sono tre, invece, i pittori che prendono parte all’edizione 2013 del progetto: Anna Capolupo, Giulio Manglaviti e Maurizio Cariati, distinti fra loro per stile, tecnica e tematiche affrontate nei rispettivi lavori. L’artista Mirella Nania testimonia della freschezza dell’approccio digitale applicato al mondo dell’arte. Non mancano poi gli approcci ibridi, come la pittura materica proposta da Giovanni Fava e la scultura fatta di materiali di recupero, naturali e artefatti, di Giuseppe Guerrisi. Per l’edizione 2013 del progetto ‘Young at Art’, il MACA e l’associazione Oesum Led Icima, che promuove le attivita’ del museo, hanno inteso rinnovare la riflessione sull’arte come espressione di un territorio, intrapresa nel 2012, puntando lo sguardo non solo sugli artisti che hanno scelto di restare in Calabria, come accaduto l’anno passato, ma anche sui giovani talenti migranti. Una scelta compuiuta con la convinzione che in un’opera d’arte siano sempre e comunque presenti la storia e le radici di chi l’ha realizzata. Da qui il sottotitolo dell’iniziativa: ‘Home is Where the Art is’ (La casa e’ dov’e’ l’arte), dove la parola ‘Art’ si va a sostituire ad ‘Heart’ (cuore), sottolineando l’aspetto vitale e passionale della creativita’ artistica. Il progetto ‘Young at Art’ rientra nell’ambito del programma MacArtCalabriaProject, che fa parte della rete di eventi finanzianti dalla Regione Calabria nell’ambito dell’attuazione del Progetto Integrato di Sviluppo Regionale Arte Contemporanea in Calabria. Piano Regionale per L’Arte Contemporanea in Calabria.