Reggio, Caligiuri: “la visita del ministro al Museo è un fatto molto importante”

Museo Nazionale RC“Oggi e’ il giorno di San Valentino e questa iniziativa e’ un atto di amore verso la cultura del nostro Paese”. Con queste parole l’assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri e’ intervenuto alla conferenza stampa del ministro della Coesione Territoriale Fabrizio Barca che si e’ tenuta a Sibari. Caligiuri, che e’ intervenuto in rappresentanza del presidente Scopelliti, ha ringraziato il ministro per la costante e proficua collaborazione istituzionale, che si e’ evidenziata anche nel settore dei beni culturali, in quanto sono stati concordati interventi assai significativi per circa 50 milioni di euro, 21 milioni dei quali gia’ previsti da tempo per Sibari. Infatti, sempre nel corso della conferenza stampa, una parte dei progetti sono stati rapidamente illustrati dall’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri. Caligiuri ha altresi’ evidenziato la profonda collaborazione istituzionale, coordinata dalla prefettura di Cosenza, tra Governo, Regione, Provincia, Comune di Cassano, Sovrintendenza dei Beni Culturali oltre all’Arma dei Carabinieri, al Consorzio di Bonifica di Trebisacce e ai Vigili del Fuoco. “La Regione Calabria – ha detto – per Sibari c’era prima (con l’accordo di programma per mettere in sicurezza gli argini del fiume Crati, insieme alla Provincia e al Comune, oltre che nella promozione del sito con il progetto di educazione all’archeologia ‘Calabria Jones’ che ha visto l’estate scorsa centinaia di studenti visitare i luoghi) durante (con la Protezione Civile per la rimozione dell’acqua, insieme al Consorzio di Bonifica di Trebisacce e i Vigili del Fuoco) e dopo (con la previsione, che risale all’ottobre scorso, di 5 milioni di euro per la valorizzazione del sito di Sibari e con gli accordi che si stanno definendo con l’Ufficio Scolastico Regionale, Universita’ e Associazioni di Volontariato)”. Secondo Caligiuri, dopo questo momento di emergenza e difficolta’, ci sono tutti i presupposti non solo per una pronta sistemazione dell’area archeologica ma soprattutto per una sua decisa valorizzazione. “Chi incespica e non cade – ha concluso l’assessore – fa un passo piu’ lungo”. La conferenza stampa e’ stata introdotta dal sindaco di Cassano Papasso, al quale sono seguiti gli interventi del prefetto di Cosenza Cannizzaro, del presidente della Provincia Oliverio, della Sovrintendente Bonomi, dell’amministratore delegato di Invitalia Arcuri e dall’assessore Caligiuri. Ha concluso il ministro Barca che ha puntualizzato le quattro priorita’ emerse anche nel corso della riunione tecnica che ha preceduto la conferenza stampa. Il ministro ha indicato nella verifica della legalita’ dei luoghi dove si e’ svolta l’inondazione la priorita’, alla quale fare seguire solleciti interventi anche in direzione della piena sicurezza degli argini del fiume Crati. Si e’ quindi soffermato sulle due fasi si sistemazione del sito per uscire dall’emergenza: la rimozione dei fanghi e il ripristino dell’esistente. Infine, ha ribadito l’importanza strategica per tutto il Paese dell’area di Sibari come grande attrattore culturale internazionale, individuato gia’ nelle 100 idee per il Sud a Catania nel 1998. “Importanza – ha concluso il ministro – ormai consacrata anche con l’impegno finanziario di 21 milioni di euro, che sono stati condivisi nei mesi scorsi con la Regione, e che vanno investiti con criteri di assoluta qualita'”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE