Giustizia, i magistrati di Reggio e Catanzaro dicono “no” ai tagli organici

Un secco rifiuto alla proposta di modifica delle piante organiche ed ai tagli previsti nei Distretti di Corte d’appello di Catanzaro e Reggio Calabria. E’ quanto e’ emerso dall’assemblea dei magistrati dei distretti calabresi organizzata dall’Anm e svoltasi nel capoluogo calabrese. Il presidente del tribunale di Catanzaro, Domenico Ielasi, ha ricordato che ”il Ministro Severino ci aveva preannunciato la nascita del tribunale delle imprese ed in quella occasione aveva promesso vicinanza ai nostri problemi, aggiungendo anche che il governo ci avrebbe messo la faccia. Tutte queste speranze pero’ sono state disattese”. E’ stato poi il procuratore generale di Catanzaro, Santi Consolo, a ribadire che ”bisogna portare un’unica istanza che sia quella della giurisdizione della Calabria. Serve chiarezza sul territorio calabrese e bisogna far capire che i magistrati non sono un costo ma una risorsa”. Secondo il Procuratore di Palmi, Giuseppe Creazzo, e’ ”necessario che Catanzaro e Reggio Calabria facciano sentire in modo univoco la loro voce e le loro proposte”. Il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo, ha lanciato un grido d’allarme ”perche’ la Calabria – ha detto – non ha voce. Ci devono dire se e’ vero che la ‘ndrangheta e’ un problema nazionale perche’ e’ importante la qualita’ dei processi e non la quantita”’. E’ stata la volta, infine, procuratore aggiunto del capoluogo calabrese, Giuseppe Borrelli, secondo il quale ”la proposta sulla modifica delle piante organiche non ha alcuna possibilita’ di essere attuata. Serve, piuttosto – ha aggiunto – organizzare organici proporzionali all’attivita’ svolta. Ci vuole, infatti, un rafforzamento consistente degli organici che tenga conto delle peculiarita’ criminali dellaCalabria”. Al termine della riunione e’ stato approvato un documento unitario, sottoscritto anche dai sindacati del personale amministrativo, che sara’ inviato al Csm ed al Ministero della Giustizia.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE