UniMe: nuova lettera di denuncia per corso “congelato” a Reggio

Dopo la lettera di un gruppo di studenti indignati dell’Università di Messina che avevamo pubblicato appena l’ altro ieri (vedi articolo correlato), ci facciamo portavoce di una nuova denuncia per un corso di laurea con sede distaccata a Reggio Calabria che è sostanzialmente congelato. Stavolta a scriverci gli studenti iscritti al terzo anno del corso di laurea in Infermieristica, ma la situazione è la stessa degli studenti di Lettere: lezioni che non partono e risposte ambigue e discordanti. Insomma anche questi ragazzi al momento non hanno alcuna certezza sul prosieguo del loro corso di studi. Ecco il testo integrale della lettera:

Dopo aver letto l’articolo da voi pubblicato abbiamo capito che non eravamo solo noi in questa situazione. Siamo iscritti al terzo anno della Facoltà di Medicina e Chirurgia del corso di laurea Infermieristica dell’Università di Messina ma con sede distaccata a Reggio Calabria, precisamente nella struttura del Policlinico Madonna della Consolazione di Reggio. Purtroppo anche noi ancora a gennaio non abbiamo iniziato le lezione del terzo e ultimo anno (corso con obbligo di frequenza alle lezioni). Abbiamo sollecitato più volte la situazione a tutto il corpo dell’Università con chiamate, lettere e appuntamenti con chi di dovere a Messina.

Diciamo che gli altri anni abbiamo iniziato ugualmente tardi (sempre novembre o gennaio) perché i contratti ai professori venivano firmati tardi ma è già dall’anno scorso che sapevamo che la situazione per noi era incerta. E’ da mesi che ogni settimana cambiano idea sul nostro futuro. Ci dicono che sono pronti a firmare la convenzione con Reggio e dopo due giorni ci dicono che invece ci mandano a Messina. Cambiano continuamente idea. Qualche giorno fa hanno detto che se anche si firmasse un accordo con Reggio ormai sarebbe troppo tardi, perché ci sarebbero dei tempi burocratici da rispettare e fare ulteriori bandi per i professori e che saremo a Messina, ma con niente di ufficiale.

Noi studenti siamo stati vincitori di un concorso (in quanto corso di laurea a numero programmato) con sede a Reggio, ma purtroppo sembra che questo non ci venga garantito. Dov’è andato a finire il nostro diritto allo studio? Dopo aver pagato tutti le tasse di iscrizione a settembre e prossimamente quelle del conguaglio??? Per non parlare dei sacrifici e difficoltà economiche che dovremmo fare se saremo trasferiti a Messina: sia per chi prenderà una casa (se la trova) o per chi dovrà viaggiare tutti i giorni da Reggio, considerando che noi studenti non siamo tutti della città ma molti arrivano dall’intera provincia. O nel peggiore dei casi alcuni essere costretti a mollare gli studi. Tutto questo è a dir poco vergognoso! Stanno calpestando il nostro diritto allo studio e le nostra interiorità. Aiutateci in qualche modo… 

Distinti saluti
Gli studenti di Infermieristica – sede di Reggio Calabria