fbpx

Scopelliti guida il vertice Pdl forte della sentenza di Reggio

I vertici del Pdl si danno appuntamento nel vibonese per fare il punto sulle prossime elezioni. A parlare prima della riunione pomeridiana è il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti che incontrando i giornalisti a Catanzaro specifica: “Oggi discuteremo, anche sulla scorta di quelli che sono stati i paletti messi dall’ufficio di presidenza, legati all’età non superiore ai 65 anni e alle tre legislature pari a 15 anni e, ovviamente, agli obblighi di contribuzione e partecipazione”. Scopelliti è categorico poi commentando quelli che sono i possibili nomi in lizza. “Una lista molto competitiva che possa rappresentare un mix tra figure espressione del territorio importanti e anche politici, amministratori e sindaci che sono impegnati costantemente”. Il Governatore si dice fiducioso e ribadisce che le scelte saranno espressione della Calabria.  Afferma anche di aver già discusso con Berlusconi ed Alfano e rimanda ad inizio della prossima settimana la definizione dello scenario. Alla domanda sulla possibile candidatura di esponenti della società civile, Scopelliti parla di un dibattito al momento allo stato di fermo, ci vuole dice “gente competente e che abbia molto chiaro il quadro che deve affrontare”. Prima  di congedarsi dalla stampa, l’ex sindaco di Reggio Calabria,  esprime tutta la  sua soddisfazione per la sentenza emessa dalle sezioni riunite della Corte dei Conti sul tema del bilancio del Comune. ”Anche questa è una notizia importante che rianima la città dopo tante aggressioni e mortificazioni ed è sicuramente un risultato che dimostra, così come abbiamo sempre detto, che le difficoltà di bilancio sono difficoltà della stragrande maggioranza dei comuni italiani e che su Reggio, ma la storia ce lo racconterà nei prossimi anni, si è creato volutamente un caso”.