Il turismo calabrese riparte da Mosca: 38 charter con 6.500 visitatori in arrivo, 25 su Reggio e 13 a Lamezia

I tour operator russi manifestano interesse nell’investire sul pacchetto Calabria. Nella sala Giuditta Levato di Palazzo Campanella, questa mattina, la presentazione dell’iniziativa. Una stagione che partirà il prossimo 3 aprile, ha detto il presidente Giuseppe Scopelliti incontrando i Giornalisti, e che si concluderà il prossimo 18 ottobre. Trentotto i voli previsti in arrivo da Mosca in Calabria. Nello specifico si tratta di 25 voli diretti al Tito Minniti di Reggio Calabria e tredici sullo scalo lametino. Il piano prevede un afflusso di oltre seimila visitatori con una media di permanenza pari a sette notti. Dunque un totale di 65 mila pernottamenti previsti e un indotto che si aggira, spiegano gli addetti ai lavori, attorno ai 12 milioni. Proprio in questi giorni i tour operator russi stanno visitando il territorio prendendo accordi con i vari B&B, alberghi e strutture ricettive. Due invece le compagnie coinvolte in questa prima fase. L’obiettivo è quello di riuscire a portare altri 25 voli sullo scalo di Crotone nell’ottica anche di una valorizzazione del prodotto terme in Calabria.