Barcellona Pozzo di Gotto, presentato il libro “Il bandito dell’isola” dell’ex detenuto Ezio Barbieri

Sabato scorso, presso la sala Convegni Oasi di Barcellona Pozzo di Gotto, località in provincia di Messina, in veste di autore e protagonista, Ezio Barbieri (nella foto) ha presentato il libro autobiografico “Il bandito dell’Isola”, redatto con la collaborazione del giornalista-scrittore Nicola Erba. L’evento è stato organizzato dalla Casa Editrice Milieu, in collaborazione con la Libreria Gutenberg e l’Associazione Ossidi di Ferro. Alla presentazione sono intervenuti, fra l’altro, il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto Maria Teresa Collica e l’Assessore alla Cultura Raffaella Campo. I relatori dell’incontro sono stati il direttore dell’Opg di Barcellona Pozzo di Gotto, dott. Nunziante Rosania e il dott. Ernesto Mirabile, ex direttore della struttura carceraria barcellonese e che conobbe Barbieri durante la propria permanenza al “Madia”. Ezio Barbieri, alla veneranda età di 90 anni, con lucidità, ha lavorato con passione e dedizione a questa sua produzione letteraria che racconta la sua vita di “bandito buono”. Noto come il bandito dell’Isola, quartiere milanese un tempo abitato da malavitosi, Barbieri diede vita alla banda della Lancia Aprilia. Insieme all’amico Sandro Bezzi, infatti, creavano spesso il panico tra la gente, sfuggendo alle forze dell’ordine dopo aver rapinato banche e facoltosi industriali. Rapine che terminavano con la distribuzione del bottino agli abitanti del quartiere. Dopo una serie di evasioni e la morte di Bezzi, Barbieri si ritrova protagonista, suo malgrado, della più grande rivolta carceraria del secondo dopoguerra, la Pasqua Rossa di San Vittore. Condannato a trent’anni, nel 1986 sposa da carcerato la signorina Maria Soresina, e solo nel 1971 inizia in Sicilia una nuova vita da uomo libero, come stimato commerciante di vini e abbigliamento. Il libro si trova già nelle librerie al prezzo di £ 13,90.