Categoria: AMBIENTE, CULTURA & SOCIETA'MESSINANEWSSICILIA

Terme Vigliatore: trentasei giovani provenienti da sette Paesi europei si ritroveranno il 13 dicembre al Bar Mojitos’s per una cena culturale

Trentasei giovani provenienti da sette Paesi europei (Polonia, Turchia, Spagna, Grecia, Lituania, Romania e Italia) si ritroveranno giovedì 13 dicembre al Bar Mojito’s di Terme Vigliatore, località in provincia di Messina, per una cena culturale. Lo scopo dell’iniziativa è quello offrire un “assaggio” delle rispettive culture di provenienza attraverso la presentazione e la degustazione di piatti tipici nazionali. L’appuntamento, previsto per le ore 21, verrà animato dai componenti del Circolo culturale “Giuseppe Fava”. Per i giovani partecipanti al progetto la possibilità di conoscere i prodotti della cucina siciliana, ma non solo: saranno infatti proiettati video e filmati sulle peculiarità storiche e geografiche della regione che li ospita.

L’iniziativa rientra nell’ambito del  progetto “Seed of Cooperation”, uno scambio giovanile in lingua inglese promosso dal Comune di Furnari in collaborazione con lo studio di Euro-progettazione “Europrojectconsult” di Barcellona Pozzo di Gotto. Collegato al programma dell’Unione Europea “Gioventù in Azione”, “Seed of Cooperation” verte sui temi dell’ambiente, della cittadinanza attiva, dello sviluppo urbano e/o rurale e si propone di fornire un’opportunità di scambio informativo ed esperienziale, finalizzato all’acquisizione di competenze e capacità attraverso un metodo di apprendimento non formale. Su tali tematiche, a conclusione di una riflessione condivisa, verranno elaborate delle linee guida, che saranno inviate alle autorità politiche e alle organizzazioni locali, nazionali ed internazionali competenti. Il progetto si concluderà il 18 dicembre. Tutti i partecipanti avranno la possibilità di scoprire semi e piante rappresentativi di ciascuna nazione, acquisendo consapevolezza non solo dei diversi ambienti, ma anche delle diverse culture. In occasione dell’ultima giornata di attività le piante di ogni Paese saranno piantate in un’aiuola antistante il Centro Polifunzionale del comune di Furnari. Il risultato sarà un “Giardino europeo”, simbolo della cooperazione ambientale tra le organizzazioni partner.