fbpx

Sicilia, infrastrutture; vertice tra Regione e Ferrovie dello Stato

Ampia disponibilita’ per una fattiva interlocuzione” con la Regione siciliana nell’ottica di “una collaborazione strategica finalizzata allo sviluppo infrastrutturale, al potenziamento ed al miglioramento della qualita’ dei servizi offerti“. E’ il quadro che emerge dall’incontro tra l’assessore alle Infrastrutture e Mobilita’ della Regione siciliana, Nino Bartolotta, e il presidente di Rfi, Dario Lo Bosco, l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, e di Sistemi Urbani, Carlo De Vito. L’assessore ha posto in evidenza “la valenza strategica” del collegamento ferroviario ”Messina-Catania-Palermo” nell’ambito dello sviluppo delle reti di trasporto  regionali, ma anche internazionali. Il collegamento, infatti, è inserito nel corridoio europeo 5 Helsinki-Valletta, che vede come fondamentale il potenziamento, in base agli standard in uso, dell’asse Messina-Palermo. L’assessore ha chiesto inoltre l’impegno al mantenimento di tutte le attivita’ di competenza Fs a Messina, inclusi le Officine grandi riparazioni di Gazzi ed i centri direzionali, e ha rilanciato anche la necessita’, “ormai improcrastinabile“, che tali attivita’ vengano valorizzate e possano rientrare nella stipula di un accordo di programma finalizzato allo sviluppo strategico della città. Questo anche nel quadro della  riqualificazione e valorizzazione urbanistica, economica, sociale e direzionale della parte di territorio che va dalla Zona Falcata di Messina allo svincolo Autostradale di Tremestieri. Dal canto loro, i vertici Fs hanno confermato “la loro disponibilita’ ad assumere impegni precisi finalizzati al mantenimento e valorizzazione delle proprie attivita’ nella Citta’ dello stretto, a patto che si instauri una fattiva e costruttiva interlocuzione da parte delle istituzioni locali e regionali interessate dalla problematica“. Bartolotta si e’ assunto l’impegno di avviare “una concertazione immediata tra Autorita’ portuale, Comune di Messina e Ferrovie dello Stato” per giungere in tempi velovi alla stipula di un accordo di programma. Inoltre, in riferimento alla critica situazione economico finanziaria in cui si trova l’Atm di Messina, l’assessore regionale alle Infrastrutture ha convocato per mercoledi’ 12 il commissario straordinario del Comune di Messina, Luigi Croce, e il commissario straordinario dell’azienda, Santi Alligo.