fbpx

Sicilia, assessore Bianchi su bilancio: “Chiediamo sacrifici a tutti. E’ una finanziaria dolorosa ma avvia un nuovo percorso”

Oggi presentiamo un bilancio che e’ in equilibrio per il 2013 chiedendo un sacrificio molto forte a tutti“. E’ quanto dichiara l’assessore regionale al Bilancio e all’Economia della Sicilia, Luca Bianchi ai microfoni  dei giornalisti dopo l’approvazione dell’esercizio finanziario che oggi arriva all’Ars. “Nel bilancio della regione non ci sono tagli orizzontali, ogni singolo capitolo di spesa e’ stato monitorato e verificato con i direttori generali in una riunione fiume, abbiamo capitoli di bilancio azzerati e altri ridotti del 40 o 50 per cento, altri ancora aumentati. Un lavoro delicato che verra’ integrato dalla Legge Finanziaria” ha aggiunto ancora Bianchi. “La legge Finanziaria prevede alcune importanti innovazioni, sia in termini di aumento delle entrate sia in termini di garanzie di uscite su alcune voci fondamentali. Riusciamo a presentare un pacchetto complicato e doloroso che avvia pero’ un percorso nuovo” afferma ancora l’assessore Bianchi.  “Ci aspettiamo dal Parlamento delle integrazioni e delle migliorie importanti sulla parte della Finanziaria, il Bilancio inevitabilmente non ha margini di manovra”.  “E’ un bilancio trasparente – ha aggiunto – in cui sono ben evidenziate le entrate e le uscite, tutte le entrate saranno monitorabili e sulle uscite ci sara’ una riduzione importante di circa un miliardo di euro, cercando di mantenere inalterate le poste che noi ritenevamo decisive, a partire dala spesa sociale, la quota di spesa decisiva per attivare le spese europee. Un lavoro complicato su un bilancio su cui era difficile intervenire e sui cui c’erano capitoli a somma zero, parliamo soprattutto di enti locali e forestali”. “Al momento – conclude – non c’e’ una situazione economica esplosiva in Sicilia e neppure c’e’ rischio default“.