fbpx

Serie D, Messina: verso il big-match con il Cosenza. Al S.Vito i giallorossi non vincono da più di 30 anni

Da quanto tempo si attendeva una partita così. Cosenza – Messina, è inutile nasconderlo, è il crocevia di questo campionato, la madre di tutte le partite. Una vittoria domani al S.Vito per i giallorossi sarebbe determinante non solo per la classifica. Domenica il Messina affronta una rivale storica, battuta in Calabria l’ultima volta nel lontano 1976, allora fu 2-1 (reti di Bianchi e Sartori). Una partita di altri tempi, che rievoca match indelebili fatti di tanti gol, come ad esempio il match terminato 3-3 della stagione 2002-2003.

Dopo cinque lunghi anni di purgatorio il Messina vede il salto di categoria con ottimismo e consapevolezza nei propri mezzi, tre punti domani potrebbero consacrare il cammino per l’ultimo scorcio del girone di andata fino all’ultima gara del 5 maggio. A questo punto del torneo e visto gli ultimi risultati dei peloritani, il Cosenza è il miglior avversario che si poteva incontrare. Battere i rossoblù vorrebbe dire mettere una seria ipoteca sul campionato e spezzare definitivamente l’entusiasmo delle dirette inseguitrici.

Il tecnico giallorosso, Gaetano Catalano può vantare una rosa al completo e con il morale alle stelle. La serie di quattro vittorie consecutive (8 gol fatti e 2 subiti) può, e deve avere seguito anche contro i Silani che domenica saranno orfani (oltre di Arcidiacono) del capitano Aniello Parisi, e forse anche dell’esperto ed indispensabile Stefano Fiore.

Stamane la squadra ha svolto la regolare rifinitura mattutina al S.Filippo ed è partita alla volta di Cosenza con un discreto anticipo per non incappare nel gelo che nelle prossime ore insisterà in Calabria. Intervistato da Radio Messina International, durante il viaggio verso il capoluogo silano, il mister Catalano fa il punto sull’attesissimo match di domenica: “La squadra è carica e motivata al punto giusto, come è sempre stato, anche in altre occasioni. Soprattutto siamo piuttosto sereni. Domani si incontrano due squadre che lottano per la vittoria finale, noi veniamo da un periodo molto positivo e vantiamo una serie di risultati utili. Ma credo che domani tutte queste cose si azzereranno e sarà una partita tosta. Nonostante il Cosenza sia chiamato a vincere non credo che partiranno forte dal primo minuto, potrebbero lasciarci degli spazi che noi siamo molto bravi a sfruttare. Credo, invece, che domani sia una partita abbastanza tattica, nessuna delle due squadre vorrà concedere spazi, immagino che saranno gli episodi a cambiare gli equilibri della gara. Noi siamo determinati al punto giusto e siamo pronti per fare una grande gara, dovremo scendere in campo con il giusto approccio e giocare come sappiamo fare”.