fbpx

Serie D, Messina: 4 gol alla Nissa. I giallorossi chiudono il girone di andata a +3 sul Cosenza

Il Messina vince facile e rifila 4 gol ai ragazzini della Nissa. Allo stadio Marco Tomaselli di Caltanissetta la squadra di casa si presenta in netto ritardo, poco più di 30 minuti prima del fischio di inizio. Un sentore più che preciso dell’aria che si respira nella società nissena alle prese con seri guai finanziari, e che oggi schiererà ben nove juniores tra gli undici titolari. Il Messina invece scende sul campo di Caltanissetta con la concentrazione al massimo e la consapevolezza di essere più forte degli avversari. Alla vigilia della gara, il tecnico Catalano aveva definito l’incontro con la Nissa come una “finale” proprio per far intendere l’importanza dell’obiettivo fondamentale, i tre punti. I tre punti sono arrivati, probabilmente con molta più facilità di quanto ci si aspettasse.

Pronti via, il giallorossi partono fortissimo e chiudono la giovane squadra di casa nella propria metà campo collezionando occasioni da rete. All’undicesimo del primo tempo il Messina è già avanti grazie al gol di Savanarola, che pescato dal lancio dalle retrovie di Ignoffo, elude la difesa avversaria e beffa il portiere Ammendola con un delizioso pallonetto. Bastano altri 27 minuti per chiudere la pratica Nissa, e ci pensano Corona e Chiaria, che dimostrano nelle fattispecie dei gol di trovarsi a meraviglia, i loro scambi sono sempre precisi e finalizzati nello specchio della porta.

La ripresa è una pura formalità, il Messina produce molto possesso palla, addormenta il gioco, e non disdegna qualche ripartenza, come nel caso di Costa Ferreira, che servito in area da Corona si trova a tu per tu con l’estremo difensore nisseno che lo mette giù provando il calcio di rigore e il successivo gol del definitivo 4-0 dell’attaccante portoghese (al suo quarto centro stagionale). Il resto è tutta una delizia, i minuti scorrono e dalla radio arrivano notizie positive dai campi di Ragusa e Ribera, dove giocano rispettivamente Cosenza e Gelbison. L’arbitro fischia la fine senza dare il recupero (come accaduto anche nel primo tempo). Il Messina vince a Caltanissetta e si stacca dal Cosenza (sconfitto a Ragusa 4-1) e dalla Gelbison (sconfitta a Ribera 3-1) chiudendo il girone di andata nel migliore dei modi. Adesso, dopo lo stop per le feste Natalizie, si riprenderà il 6 gennaio con un’altra trasferta, sempre in Sicilia, contro un’altra squadra in crisi societaria, l’Acireale.