fbpx

Reggio, quelli delle stazioni….

    /

    Poche centinaia di metri di distanza l’una dall’altra. In comune tanta voglia di esprimere il meglio di questa terra. Un tempo erano stazioni ferroviarie funzionanti nel pieno centro cittadino. Poi nel giro di pochi anni: messa in disuso la prima e semi abbandonata la seconda.  Oggi, la ex stazione Lido e quella di Santa Caterina, sono veri e propri punti di eccellenza strappati all’incuria e all’abbandono nei rispettivi quartieri. Per entrambe un comune denominatore che potrebbe essere riassunto in due parole: radici e musica. Fu il compianto sindaco Falcomatà per la prima a dare il via libera all’iniziativa. Oggi lì sorge il Museo dello Strumento Musicale. Una raccolta di pezzi unici tra i più belli e originali del paese. Poco più distante a Santa Caterina, l’associazione “Incontriamoci Sempre” tra le tante iniziative anche di solidarietà sul territorio, da ampio spazio alla riscoperta delle nostre radici. Anche in questo caso il mezzo utilizzato è proprio la musica. I protagonisti di questo viaggio in due parti sono: Pino Strati, presidente di Incontriamoci Sempre (incontriamocisempre.it), Pasquale Mauro direttore del Museo dello Strumento Musicale (mustrumu.it) e Giovanna Scarfò, ballerina e cantante dei Taranproject (mimmocavallaro.it). Per noi l’occasione di un viaggio in questo mondo a ritroso che trova giorno dopo giorno tanti nuovi giovani volti. L’omaggio al viaggio di riscoperta di “questa musica” negli scatti realizzati durante la preparazione della “vecchia” zampogna per il prossimo Natale, dai ragazzi dell’associazione Holly (hollyreggio.com). La photogallery:

    In questo primo video i protagonisti della nostra storia si presentano. Sono Pino e Pasquale. Chiude la sequenza Giovanna che incontriamo a tu per tu nel secondo video, mentre spiega ai suoi alunni i primi passi della tarantella

    In questa seconda parte, spazio ad un viaggio virtuale nel Museo dello Strumento Musicale accompagnati dalla sonorità di Mimmo Cavallaro, Cosimo Papandrea e i Taranproject

    Hanno collaborato: Gianluca Del Gaiso, Valentina Albini, Roberto Canzoneri, Antonio Ciro.