fbpx

Reggio, Gdm: per l’assessore Caridi ci sono “vari soggetti interessati a rilevare i punti vendita”

L’assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – interviene sulla vicenda dei lavoratori ex GDM: L’Assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi interviene sulla vicenda dei lavoratori ex GDM: “Intendo precisare alcuni aspetti, a scanso di equivoci e di notizie non veritiere che stanno circolando in queste ore. Il termine per la manifestazione d’interesse – afferma l’assessore Caridi – è appena scaduto e registriamo con grande soddisfazione che l’advisor Capitalink ha ammesso più di una società, a dimostrazione del fatto che ci sono tanti soggetti interessati a rilevare i vari punti vendita. Si tratta di gruppi affidabili soprattutto dal punto di vista economico-finanziario, che possiedono i rigorosi requisiti richiesti e sono in grado di garantire un futuro stabile, con piani aziendali credibili. Il colloquio con il commissario Marcello Parrinello, quindi, mi ha lasciato molto soddisfatto, perché si sta portando avanti con puntualità il percorso delineato in precedenza, che porterà certamente ad una soluzione positiva. Voglio ringraziare tutti i soggetti che sono impegnati a risolvere una questione di vitale importanza per il nostro tessuto socio-economico, a partire dai soggetti con cui mi sono ritrovato al primo tavolo tecnico in Prefettura quando, delegato dal Presidente Scopelliti, ho incontrato anche i rappresentanti sindacali. Successivamente il tavolo si è spostato a livello regionale e, in tale occasione, insieme ai lavoratori, abbiamo individuato le linee guida per arrivare alla soluzione del problema. L’iter procedurale – aggiunge Caridi – proseguirà con la redazione del bando e siamo certi che entro la fine del mese di gennaio, rispettando questa sorta di cronoprogramma, si potrà arrivare all’aggiudicazione. Mi preme ribadire che la Giunta regionale sta continuando ad impegnarsi per risolvere questa vicenda, il Presidente Scopelliti segue con attenzione l’evolversi della situazione e continueremo a vigilare affinché la scelta della nuova società sia la migliore possibile proprio per tutelare, in primis, i livelli occupazionali e anche tutto l’indotto relativo alle aziende di diverse tipologie che vi ruotano attorno. In questo momento particolarmente delicato, a causa di una crisi che sta creando enormi difficoltà ai cittadini – conclude l’assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi – il nostro unico pensiero è quello di ridare serenità alle famiglie in difficoltà, a partire proprio dai 600 lavoratori ex GDM”.