fbpx

Reggio: “Carte di Natale 2012” L’Archivio racconta…”

L’Archivio di Stato di Reggio Calabria, con le Sezioni di Locri e Palmi, ha aderito al progetto nazionale denominato  Le carte di Natale  previsto per domenica 16 dicembre 2012., con apertura straordinaria al pubblico dalle ore 9,00  alle ore 20,00.

L’Archivio di Stato di Reggio offre agli utenti il servizio di Sala di Studio  con la possibilità di svolgere ricerche genealogiche. Sono, inoltre, visitabili le sei  mostre allestite: Una montagna di risorse. Una montagna di culturaPartono i bastimenti. Storia dell’emigrazione nel Reggino; Lo stupore per il Creato nell’arte di Eugenia Musolino; “I miti”. Incisioni di Eugenia Musolino; Per un’idea d’Italia. Un percorso pittorico dal Duecento ai nostri giorni, con lo sguardo rivolto al futuro, quadri di Gloria Oliveti; Storia del Museo nazionale di Reggio.

La Sezione di Locri propone l’evento  Incontro in Archivio: giovani Ciceroni illustrano alle proprie famiglie le fonti documentarie. Gli alunni del Liceo scientifico Zaleuco, che sono già stati apprendisti Ciceroni in occasione della manifestazione  “Mattinate FAI per la scuola”  dal 19 al 23 novembre, svolgono tale ruolo per le proprie famiglie:  è prevista una visita guidata ai depositi e al laboratorio di Legatoria e cartotecnica della Sezione e la visita alla mostra Le acque sante. Le terme di Antonimina nel IX secolo. Ai giovani Ciceroni verrà conferito un attestato di merito per il loro impegno.

La Sezione di Palmi, nel giorno di apertura straordinaria, promuove la visita guidata alla mostra La storia della Varia di Palmi candidata a Patrimonio dell’Umanità. L’esposizione di documenti dal XVII al XX secolo, arricchita di immagini e filmati, racconta  la secolare festa della Madonna della Sacra Lettera caratterizzata dal tradizionale trasporto a spalla della Macchina cerimoniale. Una sezione della mostra riguarda il progetto “Prospettiva UNESCO” che ha dato luogo, nel 2012, alla candidatura delle festa della  Varia di Palmi  alla Lista Rappresentativa del Patrimonio dell’Umanità. La tipicità della festa della Varia di Palmi corrisponde, infatti, ai canoni della Convenzione di Parigi del 2003 per la salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.

Archivio di Stato di Reggio Calabria

Apertura straordinaria

domenica 16 dicembre 2012 dalle ore 9,00 alle 20,00

All’utenza saranno offerti i seguenti servizi:
• Sala di Studio: ricerche genealogiche guidate
• Visita alle n. 6 mostre allestite:

– Una montagna di risorse. Una montagna di cultura
– Partono i bastimenti. Storia dell’emigrazione nel Reggino
– Lo stupore per il Creato nell’arte di Eugenia Musolino
– Le incisioni di Eugenia Musolino “I miti”
– Per un’idea d’Italia. Un percorso pittorico dal Duecento ai nostri giorni, con lo sguardo rivolto al futuro, quadri di Gloria Oliveti
– Il Museo nazionale di Reggio

Sezione Archivio di Stato di Locri

Apertura straordinaria

domenica 16 dicembre 2012 dalle ore 9,00 alle 20,00

Incontro in Archivio: giovani Ciceroni illustrano alle proprie famiglie le fonti documentarie.

Gli alunni del Liceo scientifico Zaleuco, che sono già stati apprendisti Ciceroni in occasione della manifestazione  “Mattinate FAI per la scuola”  dal 19 al 23 novembre, svolgono tale ruolo per le proprie famiglie:  è prevista una visita guidata ai depositi e al laboratorio di Legatoria e cartotecnica della Sezione e la visita alla mostra Le acque sante. Le terme di Antonimina nel IX secolo. Ai giovani Ciceroni verrà conferito un attestato di merito per il loro impegno.

Sezione di Archivio di Stato di Palmi

Apertura straordinaria

domenica 16 dicembre 2012 dalle ore 9,00 alle 20,00

visita guidata alla mostra:

 La storia della Varia di Palmi candidata a Patrimonio dell’Umanità.

L’esposizione di documenti dal XVII al XX secolo, arricchita di immagini e filmati, racconta  la secolare festa della Madonna della Sacra Lettera caratterizzata dal tradizionale trasporto a spalla della Macchina cerimoniale. Una sezione della mostra riguarda il progetto “Prospettiva UNESCO” che ha dato luogo, nel 2012, alla candidatura delle festa della  Varia di Palmi  alla Lista Rappresentativa del Patrimonio dell’Umanità. La tipicità della festa della Varia di Palmi corrisponde, infatti, ai canoni della Convenzione di Parigi del 2003 per la salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.