fbpx

Reggina-Vicenza, quattro gli ex

Quattro gli ex di Reggina-Vicenza, due tra le file degli amaranto, Castiglia e Dionigi, due tra quelle dei biancorossi, Danti e mister Breda.

Ivan Castiglia ha giocato nel Vicenza nella seconda parte della stagione 2006/2007. Nel gennaio 2007 infatti viene mandato in prestito in Veneto per una prima esperienza lontano da casa, visto che è un prodotto di Casa Sant’Agata, ma quella vicentina non è un’esperienza entusiasmante, il centrocampista cosentino, sotto la guida di mister Gregucci, racimola soltanto una presenza.

Il tecnico amaranto Davide Dionigi vanta una breve apparizione con la casacca biancorossa. Agli inizi della carriera, è il 1993, Re Davide viene spedito dal Milan in prestito al Vicenza, ma resterà in Veneto soltanto qualche mese, giusto in tempo per scendere in campo in una sola occasione, per poi nel novembre ’93 passare al Como.

Domenico Danti ha vestito la casa amaranto nell’annata 2010/2011. Preso in prestito dal Siena, l’ex Cosenza all’esordio in B trova poco spazio con mister Atzori, infatti viene chiamato in causa soltanto 7 volte, realizzando una rete, il bellissimo colpo di tacco in casa del Torino.

Roberto Breda ha allenato la Reggina in due occasioni, nell’ultima parte della stagione 2009/2010 e nello scorso campionato. Dopo abver appeso al chiodo gli scarpini. L’ex centrocampista della Salernitana inizia la carriera da allenatore nel settore giovanile amaranto. Guida infatti la Primavera, con buoni risultati, dal 2007/2008 al febbraio 2010, allorquando il presidente Foti lo chiama al capezzale della prima squadra che, dopo i disastri di Novellino e Iaconi, naviga in pessime acque. Nonostante la situazione a dir poco critica, la formazione dello Stretto riesce a salvarsi anche grazie all’esordiente tecnico, che tuttavia non viene confermato l’anno dopo, al suo posto arriva Atzori.
Dopo il sogno serie A infrantosi a Novara e l’addio di Atzori, passato alla Sampdoria, Foti decide di riaffidarsi all’allenatore trevigiano, andato nel frattempo alla  Salernitana con cui sfiora la B, persa ai play off contro il Verona. Dopo una buona partenza, con la Reggina in zona play off, la squadra perde slancio e posizioni, quindi Breda viene esonerato all’ultima di andata, dopo il pari a reti bianche a Vicenza. Al suo posto ecco Angelo Gregucci, ma le cose non migliorano, anzi, e Breda viene richiamato dopo il pari nel derby con il Crotone. Ma la corsa ai play off è ormai compromessa, infatti non vengono centrati, quindi le strade della Reggina e di Breda si separano dopo la brutta sconfitta interna con il Vicenza, che chiude la stagione e che, ironia della sorte, sarà la nuova squadra del trainer veneto.