fbpx

Manifestazione, trivellazioni nel Mar Jonio: “No alle trivelle sullo Jonio…salviamo il nostro Mare”

No alla ricerca del petrolio nel mar Jonio: è quanto ribadito in mattinata nel corso della manifestazione promossa a Policoro, in Basilicata, che ha coinvolto istituzioni e cittadini della fascia jonica lucana, calabrese e pugliese.“No alle trivelle sullo Jonio…salviamo il nostro Mare”. Questo il motto dei manifestanti che si sono radunati in piazza Eraclea per poi sfilare in corteo verso il PalaErcole, dove sono intervenuti tutti i rappresentanti istituzionali e della società civile. I manifestanti denunciano rischi che corrono suolo e sottosuolo in ogni fase della filiera delle estrazioni: dall’esplorazione alla trivellazione, dalla lavorazione degli idrocarburi, ai conseguenti rischi per l’ambiente e per la catena alimentare dovuti all’uso di sostanze tossiche per le possibili perdite di fossili. Sarà la multinazionale Shell a dare vita all’esplorazione dei fondali marini.Rischi che possono provocare persino fenomeni di abbassamento del suolo, di erosioni della costa e alluvioni.Al termine dell’incontro è stato stipulato un Protocollo d’Intesa delle istituzioni avente ad oggetto: “Azioni concordate al fine di scongiurare le trivellazioni petrolifere nel Mar Jonio”. Alla manifestazione hanno partecipato tutti i sindaci dei Comuni della costa ionica, da Castrignano del Capo (LE) a Mirto Crosia (CS): Albidona, Amendolara, Cassano allo Ionio, Cerchiara Calabra, Corigliano C., Cropalati, Crosia, Francavilla Marittima, Montegiordano, Paludi, Plataci, Rocca Imperiale, Roseto Capo Spulico, Rossano, Trebisacce, Villapiana, Alliste, Castellaneta, Castrignano del Capo, Galatone, Gallipoli, Ginosa, Leporano, Lizzano, Maruggio, Massafra, Morciano di Leuca, Nardò, Palagiano, Patù, Porto Cesareo, Pulsano, Racale , Salve, Sannicola, Taranto , Taviano, Torricella, Ugento, Nova Siri, Rotondella, Scanzano, Pisticci, Bernalda; Sindaci Area Programma “Metapontino Collina Materana”. I Presidenti delle Province di Matera, Potenza, Cosenza, Crotone, Taranto, Lecce, i Presidenti delle Regioni interessate, Calabria, Basilicata, Puglia e numerose associazioni: Movimento NO TRIV IONIO – Fai Nazionale; Italia Nostra; Legambiente; WWF; Ola Ambientalista; Greenpeace; Coldiretti, Confagricoltura, CIA, Copagri, AMEA, Altragricoltura, Federparchi, Anci; Scuole superiori I.T.G.C. TURSI, ITAS Marconia, Liceo Classico Pisticci, Liceo Classico Nova Siri, Liceo Pedagogico e Scientifico Montalbano Jonico, sindacati, parrocchie.