fbpx

Durissima protesta degli ‘Lsu-Lpu’: blocco totale a Villa San Giovanni, la Sicilia è isolata!

I lavoratori Lsu-Lpu della Calabria hanno deciso di bloccare gli imbarchi dei traghetti di Villa San Giovanni in segno di protesta per la loro situazione occupazionale. I precari chiedono un tavolo tecnico finalizzato alla stabilizzazione dell’intero bacino dei precari che riguarda circa cinquemila lavoratori. La stessa richiesta e’ stata avanzata per la Regione Calabria affinche’ disponga la proroga dei contratti e il pagamento delle spettanze arretrate gia’ maturate. Dopo il corteo una delegazione di precari, guidata dal segretario regionale dell’Unione Sindacale di Base (Usb), Aurelio Monti, e’ stata ricevuta dal vice prefetto di Reggio Calabria, Patrizia Adorno, al quale hanno illustrato la loro situazione ed hanno chiesto che intervenga il Ministero del Lavoro. Al termine della riunione i lavoratori sono rientrati a Villa San Giovanni ed hanno deciso di bloccare il transito nello Stretto di Messina. ”Non ci muoveremo da qui – ha detto Aurelio Montifino a quando non riceveremo notizie certe da Roma per il nostro futuro occupazionale”. Dopo l’occupazione degli imbarchi per la Sicilia i precari hanno bloccato lo svincolo autostradale dell’A3. Attualmente il traffico diretto in Sicilia e’ dirottato a Reggio Calabria, ma funziona a singhiozzo. Gravi ripercussioni al traffico con pesanti disagi per tutti coloro che dovevano spostarsi da e per la Sicilia.