Daniele Castrizio illustra la storia dei trasporti nello Stretto: “oggi tra le due sponde rotte stupide e folli”

Daniele Castrizio, docente di numismatica greca e romana presso l’Università di Messina ma soprattutto storico attento alle vicende della Reggio dell’antichità e bizantina, inizia oggi la sua collaborazione con StrettoWeb imperniata sulla riscoperta della storia del territorio di riferimento del nostro giornale, e cioè lo Stretto di Messina, tra Calabria e Sicilia. Pochi giorni dopo la notizia del rinnovo del contratto a Metromare, il preparatissimo storico reggino definisce “stupide e folli” le rotte che oggi collegano le due sponde in modo cervellotico, a dispetto di una storia in cui tutto funzionava in modo più semplice e lineare. Buona visione: