fbpx

Barcellona PdG (Me): eseguita l’autopsia sul corpo di Giovanni Isgrò. Sono stati due i colpi che hanno ucciso il giovane

di Carmelo Amato – L’autopsia, eseguita nella giornata di martedì, ha confermato che Giovanni Isgrò, il 23 enne ucciso sabato sera a Barcellona Pozzo di Gotto (provincia di Messina), è stato centrato da due colpi alla schiena e al fianco destro, con molta probabilità sparati da una pistola a tamburo calibro 38. In tal senso, dunque, l’esame autoptico non ha riservato grosse sorprese, perché era già emerso sabato che altri due colpi sparati, erano andati a vuoto, centrando una parete del salone da barba. Tutti i colpi sono stati sparati a distanza ravvicinata. L’esame, svolto all’Istituto di medicina legale di Catania, è durato circa due ore. Il medico legale ora ha trenta giorni di tempo per inviare l’esito dell’autopsia agli organi competenti che dovrebbero anche nominare un consulente per la perizia balistica. Intanto al salone da barba sono stati apposti i sigilli per permettere agli investigatori di effettuare altri rilievi. Il tutto verrà effettuato dai Carabinieri del Ris di Messina. Oggi pomeriggio, presso il Duomo di San Sebastiano, alle ore 15, invece, sono in programma i funerali della vittima. Previsto un numero consistente di partecipanti al corteo funebre.