Borsa & Finanza: Wall Street ancora al ribasso, Piazza Affari peggiore in Europa

Abbiamo assistito ad una nuova giornata di debolezza su tutti i mercati sia in Europa che a Ws seguita alla già pessima seduta della vigilia dopo la rielezione del presidente Obama, sicuramente non apprezzata dagli investitori di Ws che si auguravano un cambio di direzione. Nel Vecchio Continente e nello specifico a Piazza Affari dopo una lieve partenza in territorio positivo nella seconda parte di mattinata abbiamo registrato forti vendite sul nostro listino che hanno condotto il nostro Ftsemib a definire nuovi minimi di periodo da un mese a questa parte testando l’area psicologica dei 15.000punti; seconda parte di seduta che ha visto un leggero tentativo di recupero dai minimi intraday, ma che non ha evitato al nostro listino (-0.64%) di chiudere in territorio negativo e rivelarsi la peggiore piazza finanziaria europea. A seguire troviamo Madrid (-0.48%), Francoforte (-0.39%), Londra (-0.27%) ed infine Parigi (-0.06%).

Anche Ws nonostante il test già alla vigilia di importanti supporti su tutti e tre i future viola nel pomeriggio questi livelli tecnici causando una prosecuzione del ribasso e chiudendo sui minimi intraday, non certo un segnale incoraggiante. A fine giornata l’indice peggiore risulta il Nadsaq (-1.42%), a seguire S&P500 (-1.22%) ed infine il DJ (-0.94%) che contiene le perdite e soprattutto è l’unico future che sembra aver retto alla violazione dell’area supportiva.

Complice anche la debolezza sui mercati torna a salire lo spread Btp Bund che si riporta a 364 bp. Nonostante le vendite sui listini finanziari il mercato forex rimane stabile rispetto alla vigilia, l’euro registra una seduta piuttosto laterale stazionando sopra la fondamentale area supportiva posta tra 1.2740-1.2700.

Tornando a Piazza Affari ieri ottima performance per A2a (+6.19%) dopo la pubblicazione della trimestrale decisamente superiore alle attese si rivela il miglior titolo a Piazza Affari, a seguire molto bene anche Lottomatica (+3.64%) anch’essa spinta al rialzo dai conti societari così come Azimut (+3.94%) che si riporta in prossimità di area 10€. In rialzo anche Buzzi Unicem (+0.89%) e Intesa (+0.66%). Tra i titoli in rosso peggiore di giornata è Autogrill (-4.14%), a seguire Mediaset (-3.45%), Saipem (-3.35%) e Finmeccanica (-2.93%) che ha raggiunto ieri il nostro primo target ribassista posto in area 3.63 segnalato nelle precedenti settimane.

Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico dovremo seguire alle 14.30 la pubblicazione del dato relativo ai prezzi alla produzione e alle 15.55 il dato relativo all’UoM previsioni invariate a 82.6 rispetto all’ultima rilevazione. Sul fronte europeo da seguire il dato che verrà diramato relativo all’inflazione tedesca.

Giornata ancora una volta sicuramente interessante a Piazza Affari in quanto verranno pubblicate varie trimestrali: tra le blue chips verranno diffusi i conti societari di Atlantia, Generali, Parmalat e Telecom Italia.

Marco Dall’Ava

marco.dallava@xtb.it

XTB Italia

X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti  può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità.