Vendola in Calabria: “vicenda Reggio inquietante, Falcomatà fu grande sindaco”

La vicenda di Reggio Calabria è molto inquietante non solo quando scopriamo che la ‘ndrangheta impone una presenza pesante ma anche quando vediamo che certa borghesia cittadina si scandalizza per l’antimafia”. Lo ha detto Nichi Vendola a Catanzaro. ”Reggio Calabria, questa città maltrattata – ha aggiunto Vendola – ha avuto nella sua storia modelli tra di loro alternativi e confliggenti. Credo che la città ebbra e distratta di Scopelliti sia molto diversa dalla città cosciente e consapevole di Italo Falcomatà”. Vendola, ricordando l’ex sindaco di Reggio, scomparso prematuramente, ha parlato di ”grande rimpianto di una persona perbene che è stato un grande sindaco della sua città” e poi ha salutato il primo cittadino di Lamezia Terme, Gianni Speranza, presente in sala, mettendo in evidenza il suo ruolo in ”un’altra città calabrese difficile e complicata, spesso alla ribalta per la cronaca nera”.