Spadafora (Me), non ce l’ha fatta Antonino Saja, il ragazzo precipitato da un capannone il 10 novembre

Si è spento il suo sorriso, dopo giorni di agonia. Antonino Saja, 33 anni, è deceduto all’ospedale Papardo di Messina. Il 10 novembre il giovane era precipitato giù da un capannone nel piazzale della fabbrica Top Tende, a Spadafora. Una caduta banale, per recuperare il pallone finito sulla copertura del capannone. Un momento di svago, di gioco, insieme ad altri amici, che ad Antonino è stato fatale. Dal 10 novembre, i suoi familiari e gli amici hanno sperato, pregato per il suo risveglio. Saja era infatti in coma farmacologico. Ma le tante ferite e il complicato intervento chirurgico alla testa non smettevano di creare forti preoccupazioni. E poi la notizia, oggi. Una notizia che lascia sbigottite tutte le comunità del comprensorio tirrenico, ancora triste per la scomparsa della 15 enne di Milazzo, Alexia Calabrò, che abbiamo annunciato proprio ieri.