Spadafora (Me), è in coma farmacologico il 33enne precipitato da un capannone

Sono gravi le condizioni di Antonino Saija, il ragazzo di 33 anni che sabato è precipitato giù dal tetto di un capannone a Spadafora, in provincia di Messina. Secondo le indagini dei carabinieri Antonino si trovava con alcuni amici e colleghi di lavoro nel cortile della fabbrica per cui lavora, la Top Tende Srl. Il gruppetto aveva cominciato a giocare una partitella a calcio, quando il pallone è finito sulla copertura del capannone della ditta. Saija è salito con una scala fino al tetto per recuperarlo. Dopo qualche passo sul soffitto, per cause ancora da accertare, la copertura è crollata trascinando giù anche Antonino. Gli amici presenti alla scena hanno allertato il 118 che ha soccorso Saija con l’aiuto di un elicottero.
Il giovane ora si trova in coma farmacologico all’ospedale Papardo, dove nella notte tra sabato e domenica ha subito un delicato intervento chirurgico. La prognosi è riservata.
L’area in cui è avvenuto il fatto è stata posta sotto sequestro in attesa di indagini più approfondite sulla dinamica dell’incidente.