Sicilia, Crocetta: “Completeremo la giunta entro la prossima settimana”

Abbiamo gia’ iniziato a lavorare e completeremo la giunta entro la prossima settimana. Nessuno si aspetti continuita’ con il passato. Nessuno si aspetti mediazioni infinite e nessuno ci crei imbarazzo con proposte, perche’ i siciliani non sono piu’ dispobili a continuita’ con il passato“. Lo afferma il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta rispondendo ai giornalisti a Palermo, durante il suo incontro con il presidente del Senato, Renato Schifani.
Faccio appello a tutti i siciliani di buona volonta’ per lavorare al di la’ delle appartenenze politiche. Io non ho steccati. Lo dico ai politici, ai burocrati, ai giovani, agli anziani e alle donne” ha aggiunto ancora Crocetta.
Per la Sicilia comincia una storia nuova. La Sicilia cambia e cio’ sara’ visibile nel programma di governo e nella squadra di assessori di cui i siciliani dovranno essere fieri” prosegue il neo governatore della Sicilia.
Io voglio essere il sindaco di tutti i siciliani, voglio lavorare con tutti i siciliani per la rinascita dell’Isola. E’ un lavoro da fare tutti insieme senza protagonismi ma avendo a cuore la Sicilia” dice ancora Rosario Crocetta, il quale ha assicurato che il suo impegno sara’ ”ricercare l’unita’ al di la’ delle appartenenze, collaborando con le forze politiche, le autorita’, le associazioni antiracket e le forze dell’ordine. Ho assunto con i siciliani un patto di lealta’ che voglio rispettare”.
L’autonomia regionale siciliana va difesa nel rispetto dei principi democratici” afferma ancora il presidente Crocetta aggiungendo: ”Negli ultimi tempi piu’ volte si e’ assistito a tentativi di mettere fine a questa autonomia, considerata occasione di sprechi, la volonta’ di cancellarla perche’ non conveniente. Invece va difesa”. ”La Regione sta attraversando una crisi etica senza precedenti. Bisogna lavorare perche’ possa trovare un percorso di crescita’‘.
I siciliani sono figli -ha aggiunto- della storia greca, romana, araba, normanna. La nostra Isola ha ospitato etnie diverse ed occorre che si recuperi l’orgoglio di essere siciliani”.
Sui partiti, infine, Crocetta ha dichiarato che  “devono abbandonare il ruolo di occupatori del sistema e recuperare il ruolo di cerniera tra cittadini e le istituzioni. E ora di rimboccarsi le maniche, faccio appello a tutti i siciliani di buona volonta’. Non ho steccati da ergere, chi vuole partecipare a questo processo e’ il benvenuto. Lo dico ai politici, ai burocrati, agli uomini e alle donne – conclude – che non vogliono piu’ essere l’altra meta’ del cielo ma l’altra meta’ della terra“.