Serie D, Messina: l’attesissima trasferta con la Cavese si giocherà a porte chiuse

I veri tifosi messinesi, quelli per intenderci che vanno ogni domenica allo stadio solo ed esclusivamente per sostenere la squadra a prescindere dal risultato, attendevano già dai primi di agosto questa trasferta. Lo storico e sentitissimo gemellaggio tra la tifoseria giallorossa e quella campana offre uno stimolo in più. Allo stadio Simonetta Lamberti di Cava dei Tirreni, quando si incrociano Messina e Cavese non si tratta solo di calcio, i peloritani sono ospiti graditi ed ogni occasione calcistica è sinonimo di festa, stiamo quindi parlando del lato più bello del calcio nostrano. Due tifoserie che si stimano, e condividono le stesse identiche passioni (a parte i colori).

Purtroppo quella che doveva essere la trasferta più piacevole del campionato di fatto non ci sarà. Il Giudice Sportivo ha sanzionato la Cavese per gli incidenti avvenuti, domenica scorsa, in occasione della gara esterna contro il Licata. I campani, quindi, oltre ad aver ricevuta un’ammenda da 1.500 €, domenica 18 novembre giocheranno a porte chiuse proprio contro il Messina. Stadio tristemente vuoto, e silenzio assoluto, sarà anche una frase fatta ma è la morte del calcio. Come spesso accade gli errori dell’imbecille di turno, si trasformano in obblighi e restrizioni per la maggioranza di quei sani tifosi che vogliono solo condividere un giorno di vera e sana passione sportiva.