Scala Coeli (Cs): sindaco e vice indagati per truffa, scatta l’obbligo di firma

Mario Salvato e Domenico Fazio, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Scala Coeli, in provincia di Cosenza, sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nell’ambito di un’inchiesta che riguarda finanziamenti per interventi forestali per 516mila euro. Secondo quanto accertato dalla Guardia di Finanza, l’ente pubblico avrebbe predisposto e utilizzato documenti falsi idonei a indurre in errore la regione Calabria per l’erogazione dei finanziamenti, utilizzando falsi mandati di pagamento e false quietanze recanti il timbro dell’avvenuto pagamento da parte dell’istituto di credito tesoriere. I reati ipotizzati vanno dalla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche al falso, sia nei confronti del sindaco che del suo vice che ricopre anche l’incarico di assessore e responsabile dell’area finanziaria dell’ente pubblico. La regione Calabria aveva disposto la revoca del finanziamento concesso al comune e avviato le azioni di recupero per 446mila euro.