Rientra in Sicilia dopo 50 giorni il “Giulia P.G.”, peschereccio sequestrato in Libia

E’ salpato dopo cinquanta giorni di sequestro in Libia il peschereccio di Mazara del Vallo “Giulia P.G.”. E’ rimasto ormeggiato al porto di Bengasi, invece, il “Daniela L.”, anch’esso sequestrato il 7 ottobre. Bisognerà infatti attendere un ulteriore processo di appello a seguito del ricorso presentato dal procuratore del Tribunale di Bengasi considerata la recidiva. Il motopesca era stato infatti già sequestrato in Libia qualche anno fa. A bordo del “Giulia P.G.”, in navigazione verso la Sicilia, oltre ai suoi sette membri di equipaggio, anche cinque dell’altro peschereccio. Sul posto sono rimasti due motoristi che dovranno poi riprendere il mare una volta che sarà liberato il “Daniela L.”. Nei giorni scorsi la Corte della città cirenaica aveva emesso sentenza di assoluzione per i quattordici marittimi dei due motopesca.