Regionali Sicilia, denunciate dieci persone: avrebbero voluto sabotare le elezioni. A sventare il piano la Digos

Dieci persone, forse operai della Gesip, la societa’ del comune di Palermo in liquidazione, avrebbero ordito un piano per sabotare le elezioni regionali del 28 ottobre. A sventarlo la Digos, secondo la quale i lavoratori, che protestano da due mesi nelle piazze in maniera eclatante, avevano concordato un assalto ad alcuni seggi, in modo da ostacolare le operazioni di voto, convinti così di riuscire ad attirare l’attenzione sulla loro condizione di disoccupati. Come si sa, infatti, la Gesip ha interrotto ogni attività per mancanza di fondi e 1.800 dipendenti sono rimasti senza salario e senza alcuna tutela sul piano sociale. Gli uomini della Digos, però, avevano fiutato il piano prima delle elezioni e hanno perquisito le abitazioni di alcuni operai.  Quelli più pericolosi sono stati interrogati in questura. In tutto sono dieci le persone denunciate.