Ragusa: tassi d’usura del 900%, arrestati italiano e marocchino

Un pensionato palermitano di 65 anni, Domenico Caggegi, e un commerciante marocchino, Rahal Dahdah, di 43 anni, sono stati arrestati a Ragusa da agenti della Squadra mobile della Questura per usura ed estorsione aggravata. Secondo l’accusa, i due arrestati avrebbero ottenuto da tre imprenditori in crisi, ai quali le banche avevano chiuso l’accesso al credito, la restituzione di soldi prestati con tassi usurai del 900% l’anno, “garantiti” anche da operazioni su immobili delle vittime. I due arresti sono stati eseguiti in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal gip di Ragusa Claudio Maggioni, su richiesta del procuratore capo Carmelo Petralia e del sostituto Federica Messina.