Palermo, in manette pusher 23enne. Nella sua abitazione strumenti di precisione per la droga e un “libro mastro”

Francesco Pizzuto, uno studente palermitano di 23 anni, pregiudicato è finito in manette per detenzione illecita ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente. Ieri sera i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo hanno eseguito il controllo di un’autovettura Hyunday I 20 di colore rosso con  a bordo Pizzuto, conducente del mezzo e M. G., 24enne palermitano, passeggero.
Nelle tasche dei pantaloni di Pizzuto e’ stato rinvenuto un involucro contenente tre grammi di marijuana. Dai successivi accertamenti è venuto fuori che Pizzuto nel giugno 2006 era stato arrestato per gli stessi reati e nel 2011 fu segnalato alla locale Prefettura come assuntore.
A questo punto i militari hanno deciso di controllare anche l’abitazione del pusher. Nella sua camera da letto sono stati rinvenuti un bilancino di precisione di colore grigio di marca Diamond con evidenti tracce di sostanza stupefacente del tipo hashish; un contenitore in plastica trasparente a forma di cono con all’interno 4 pezzi a di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 1,50. E poi ancora 3 ovuli di sostanza stupefacente del tipo hashish pakistano, uno dei quali in parte tagliato e tutti avvolti da sottile pellicola trasparente che avevano un peso complessivo di grammi 20,10 e un’altra busta in cellophane trasparente con all’interno 11 ovuli di sostanza stupefacente sempre dello stesso tipo, avvolta sempre con lo stesso involucro per un peso complessivo di 115 grammi.
E’ stato ritrovato anche un “libro mastro” contenente nomi e cifre. Nove biglietti recavano nomi di altri giovani. Sulle loro identità ora i carabinieri stanno effettuando delle verifiche.
Pizzuto si trova al carcere Ucciardone.