Milazzo: casse comunali in rosso? Saranno venduti vecchia stazione e convento Cappuccini

Il Comune di Milazzo, in provincia di Messina, che da mesi versa in una situazione economica a dir poco pericolosa – dichiarato e poi revocato il dissesto, e c’è stato il concreto rischio di commissariamento – ha deciso di vendere una buona parte degli immobili a sua disposizione. Sono strutture ritenute “non indispensabili”, come si legge nella nota del Comune, e quindi inseriti nel Piano delle alienazioni, e “scaricati” entro il 2014.

Tra gli immobili più rilevanti che saranno messi in vendita ci sono la vecchia stazione ferroviaria di Piazza Marconi e l’antico convento, con annessa cappella, dei frati Cappuccini, nei pressi del Cimitero. La stazione è chiusa da oltre 15 anni, quando è stata realizzata la nuova struttura. Si tratta, come nel caso del convento, di locali fatiscenti, abbandonati all’incuria e al degrado e preda di vandali, tossicodipendenti e senza fissa dimora. All’interno della stazione nei mesi scorsi si era addirittura scoperta una discarica abusiva di materiali tossici e altamente inquinati. Queste due strutture, così come l’ex scuola elementare Baronello, dovranno essere “urbanisticamente riassegnate”, ovvero non potranno essere rimessi in funzione come in origine. Per la vecchia stazione il progetto ci sarebbe, perché da mesi si parla di un nuovo parco commerciale che verrà realizzato su questo terreno e su quello attiguo dell’ex Montecatini.

Nella lista, che vi proponiamo di seguito, non sono stati inseriti gli ex Molini Lo Presti che, insieme al Teatro Trifiletti, sono considerati beni da valorizzare. Questi gli immobili inseriti nel Piano delle alienazioni:

a)      2 abitazione di via Impallomeni
b)      1 locale commerciale in via Crispi
c)      1 terreno comunale in via Regis
d)     Ex scuola elementare di via Policastrelli
e)      Caserma vigili del fuoco via Acqueviole
f)       14 alloggi Erp ubicati nelle vie Policastrelli ed Erta S. Domenico
g)      Ex scuola elementare Baronello
h)      Mattatoio comunale di via Sardegna con alloggio del custode
i)        Locali siti in piazza S. Francesco già destinati ad istituto d’arte
j)        Vecchia stazione Fs di piazza Marconi
k)      Antico convento e chiesa Cappuccini