Messina: l’ex assessore Pippo Isgrò brucia le tappe e si autocandida per la poltrona di primo cittadino

Per il suo operato nella recente amministrazione, potremmo definirlo l’assessore in prima linea (o per meglio dire ex assessore). L’operatività e la costante presenza sul campo lo hanno contraddistinto nella Giunta dell’amministrazione Buzzanca, al Comune di Messina. Adesso, Pippo Isgrò, ex assessore alle Manutenzioni e alle Politiche del mare, senza aspettare le trattative interne al suo partito, il Pdl, annuncia la sua candidatura a sindaco, per le elezioni della primavera 2013. Dopo averlo confidato solo a pochi amici decide di scrivere una lettera al segretario nazionale, Angelino Alfano, al coordinatore provinciale, Giuseppe Buzzanca, e a quello cittadino, Vincenzo Garofalo, quest’ultimo uno dei nomi più papabili per il centro-destra.

Ai dirigenti del Partito delle libertà, ma anche ai messinesi, propone di “governare questa città con impegno, passione e professionalità”. Propone nuovi orizzonti in termini di alleanze, indicando come bisognerebbe ampliare la coalizione, aprendo al mondo dell’associazionismo e ai movimenti. “Offro la mia disponibilità – scrive – a correre per il Pdl, in ogni caso voglio spendermi per la mia città e intendo candidarmi con il sostegno di liste civiche”.