Messina: lavoratori coop sociali protestano davanti Comune

Un centinaio di lavoratori delle cooperative sociali Progetto Vita e Nuova Presenza, che si occupano di servizi per il Comune di Messina, stanno protestando davanti Palazzo Zanca perché da diversi mesi non percepiscono lo stipendio. Alcuni di loro si sono anche arrampicati sui cancelli dell’edificio che sono stati chiusi dai vigili urbani. I lavoratori hanno interrotto stamani i servizi, in attesa che l’amministrazione emetta il mandato per il pagamento delle fatture.

Il segretario generale della Cgil, Lillo Oceano, intanto chiede che Progetto Vita riprenda immediatamente il servizio, visto che è stato ottenuto l’impegno a sbloccare il pagamento: ”Se fosse confermata la notizia che la Cooperativa Progetto Vita ha deciso di sospendere il servizio ai portatori di handicap nelle scuole saremmo di fronte ad un gesto estremamente grave. Il gesto appare poi incomprensibile se consideriamo che proprio ieri nell’incontro con il Commissario Croce, siamo riusciti ad ottenere dall’Amministrazione l’impegno a sbloccare il pagamento nei confronti di questa cooperativa chiedendo l’allineamento dei pagamenti, e quindi di mettere nelle medesime condizioni tutti i soggetti che operano nei servizi sociali”.