Messina: i 41 operai Triscele sospendono le proteste in attesa dell’incontro tra società e sindacati il prossimo 15 novembre

Da mesi gli operai della Triscele sono in cassa integrazione, e in mancanza di notizie utili sul loro futuro. La deroga della cassa integrazione terminerà il prossimo 31 dicembre, sarà quindi necessario conoscere le intenzioni della famiglia Faranda, proprietaria dell’azienda. All’orizzonte – nulla di ufficiale – ci sarebbe un piano di delocalizzazione della ditta, che potrebbe abbandonare lo stabile di Gazzi, per un altro sito ancora sconosciuto con un nuovo piano industriale per le future produzioni. Ieri all’incontro al tavolo del prefetto Alecci, le parti, la famiglia Faranda rappresentata da Alessandro, e i sindacati hanno rinviato il tutto al 15 novembre, alle 11:00 sempre in prefettura, per capire il da farsi.

Nel frattempo i 41 operai, hanno momentaneamente sospeso la protesta avviata lo scorso 24 ottobre davanti ai cancelli dell’ex stabilimento di Via Bonino, in attesa dell’esito del prossimo incontro.