Locri (RC): la Regione Calabria illustra le nuove misure su lavoro e occupazione

“Misure a sostegno dell’occupazione in Calabria”. E’ stato questo il tema di un incontro a Locri, presso la sala della Provincia, organizzato dal Gruppo regionale dei Popolari e Liberali nel Pdl, per illustrare i contenuti del programma di interventi predisposto dall’Assessorato al lavoro della Regione Calabria con l’obiettivo ambizioso dell’inserimento lavorativo di circa 15.100 lavoratori.

La città di Locri è stata una delle prime tappe, in provincia di Reggio, del lungo percorso che la Giunta regionale  sta compiendo in Calabria per aprire dei veri e propri “faccia a faccia” con i giovani di ogni comprensorio.  Un’opera di divulgazione che vede protagonista la componente Pdl dei Popolari e Liberali, rappresentati in Calabria ed in Consiglio regionale dall’on. Giovanni Nucera, che sul tema dell’occupazione ed il lavoro è da tempo impegnato in una capillare opera di informazione ed assistenza per i giovani che sono interessati a partecipare ai vari bandi europei. L’investimento previsto, a valere sui nuovi Fondi POR FSE 2007-2013, ammonta a circa 161 mln di euro.

Ha presieduto l’incontro l’Assessore al lavoro on. Francesco Antonio Stillitanti, che ha illustrato nel dettagli i contenuti e le modalità per la partecipazione ai bandi. “Dieci le azioni previste – ha spiegato l’Assessore al lavoro – attraverso le quali contiamo di poter inserire nel mercato del lavoro in specifiche categorie, lavoratori svantaggiati, soprattutto giovani residenti nel territorio calabrese”.

Le misure riguardano i giovani laureati, per i quali è prevista una “dote occupazionale”; i lavoratori assunti con contratto a tempo determinato, per i quali la Regione Calabria propone, con un finanziamento di 15 mln di euro, incentivi alle imprese sotto forma di credito d’imposta per la stabilizzazione. Per i percettori di ammortizzatori sociali, donne, ex detenuti ed immigrati, è stata prevista la concessione di bonus occupazionali sotto forma di integrazione salariale. Ai lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati e disabili sono stati destinati 25 mln di euro di contributi alle imprese sotto forma di garanzia bancaria ed incentivi.

Venti milioni di euro sono destinati, invece, ai giovani tra i 18 ed i 29 anni, che potranno essere assunti con contratto professionalizzante o di mestiere grazie ai contributi appositamente destinati alle aziende.

Un’altra azione è rivolta ai giovanissimi, tra i 15 ed i 25 anni, sotto forma di contributi alle aziende che assumono, ed agli enti di formazione per l’ottenimento della qualifica o del diploma professionale.

350 i destinatari dell’azione dedicata ai disabili, per i quali è stato previsto un finanziamento complessivo di 10 mln e 500 mila euro di contributi alle aziende.  7 mln e 500 mila euro saranno destinati a finanziare voucher di servizio per l’assunzione e la formazione di assistenti sanitari, cui potranno accedere soggetti disabili, anziani non autosufficienti, persone con età superiore agli 80 anni in nuclei familiari a basso reddito. Per la promozione dell’autolavoro quindici mln di euro riguarderanno giovani disoccupati, inoccupati e donne. Infine, l’ultima azione  è destinata ad incentivare i cosiddetti PLL (Piani locali per il lavoro) proposti dal partenariato, rivolta a giovani disoccupati,ed inoccupati neolaureati e imprese.

“Si tratta di un ampio ventaglio di proposte e di idee che presto esprimeranno tutte le loro potenzialità a favore dei disoccupati calabresi” – ha commentato l’on. Giovanni Nucera a conclusione dell’incontro, al quale hanno preso parte, tra gli altri il consigliere provinciale dei Popolari e Liberali nel Pdl, Alessandra Polimeno che nel suo intervento ha espresso piena condivisione per il piano di azione regionale,  auspicando la massima e capillare diffusione delle opportunità proposte dai bandi “così da coinvolgere – ha detto – il più ampio numero di cittadini, giovani, e disoccupati del nostro comprensorio”. Presenti, inoltre, Raffaele Sainato, già consigliere comunale di Locri, in veste di moderatore,  il già  sindaco di Locri, Francesco Macrì, numerosi esponenti e dirigenti locali del Pdl, tra i quali Giuseppe Baggetta, componente del direttivo dei giovani Popolari e Liberali nel Pdl, e Vincenza Corasaniti, del Direttivo femminile dei Popolari e Liberali nel Pdl.