Il presidente Scopelliti ha incontrato i sindaci per affrontare la questione dello svincolo di Bagnara

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e l’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele hanno incontrato a Palazzo Campanella – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – i sindaci di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli, Domenico Creazzo e Luigi Chiappalone, per fare il punto sulla situazione relativa allo svincolo A3 Sant’Eufemia d’Aspromonte – Bagnara. Il Presidente Scopelliti, consapevole della rilevanza strategica dell’arteria, ha confermato l’attenzione da parte della Giunta regionale nei confronti dell’istanza proveniente dai territori interessati ed ha rassicurato gli interlocutori comunicando di aver più volte interessato della questione il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci al quale, peraltro, ha inviato in queste ore una missiva per manifestargli l’ennesima sollecitazione ad intervenire per adottare le procedure per la realizzazione dell’opera. “Insieme all’assessore Fedele, stiamo vigilando costantemente sull’intera vicenda – ha dichiarato il Governatore Scopelliti – perché abbiamo ben presente il valore sociale ed economico che lo svincolo ricopre nel comprensorio. Abbiamo chiesto di ripristinare lo snodo già esistente sul vecchio tracciato dell’A3 e rimaniamo in attesa del parere favorevole del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Al di là dell’esito non lasceremo nulla di intentato e siamo pronti ad intraprendere qualunque iniziativa idonea e condivisa in grado di soddisfare le esigenze di mobilità del territorio preaspromontano per scongiurare l’isolamento al quale sarebbe destinato se privato di questa importante infrastruttura”. Nel corso del confronto i sindaci di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli, che sono intervenuti anche in rappresentanza dei primi cittadini del comprensorio hanno ribadito l’inderogabilità dell’opera e la strategicità che questa riveste per lo sviluppo dell’intera area. Creazzo e Chiappalone hanno, infine, espresso soddisfazione per la solerzia e la linea di intervento adottata dalla Giunta regionale guidata dal Presidente Scopelliti in stretta sinergia con l’assessore Fedele.