I prezzi della benzina tornano ad aumentare

Si interrompe la tregua che ha caratterizzato la rete carburanti italiana negli ultimi giorni. Il nuovo piccolo passo in avanti delle quotazioni internazionali di benzina e diesel (rispettivamente +6 e +4,5 $/ton) ha spinto questa mattina Ip a mettere mano ai prezzi raccomandati dei due prodotti aumentando entrambi di 1,5 centesimi. Ferme tutte le altre compagnie e le no-logo. Prezzi praticati ancora stabili con accenni ad aumenti legati alle variazioni dei prezzi consigliati e a politiche di prezzo locali. Le “punte” intanto sono in lieve salita per la benzina (1,873 euro/litro), il diesel (1,789) e il gpl (0,917). Le medie nazionali si posizionano invece a 1,812 euro/litro per la “verde”, 1,762 per il diesel e 0,874 per il gpl. Piu’ nel dettaglio, a livello Paese, secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalita’ “servito”) va oggi dall’1,802 euro/litro di Esso all’1,812 di Ip (no-logo a 1,679). Per il diesel si passa dall’1,741 euro/litro ancora di Esso all’1,762 di Ip (no-logo a 1,620). Il gpl infine e’ tra 0,857 euro/litro sempre di Esso e 0,874 di Tamoil (no-logo a 0,824). Per visionare i valori minimi e massimi dei prezzi medi nazionali, lo spaccato della situazione nelle 4 macro-aree del Paese e utilizzare la funzione dei grafici interattivi per confronti e analisi personalizzate (temporale, macro-zone e compagnie) occorre accedere a Check-Up Prezzi QE. Prezzi medi praticati con servizio (Euro/litro) del 16/11 Eni Total/Erg Esso IP Benzina 1,803 1,808 1,802 1,812 Diesel 1,749 1,753 1,741 1,762 Gpl 0,866 0,872 0,857 0,868 Q8 Shell Tamoil No logo Benzina 1,805 1,805 1,807 1,679 Diesel 1,754 1,750 1,754 1,620 Gpl 0,873 0,863 0,874 0,824