Gli invisibili di Rosarno. Una due-giorni di Flai e Cgil per discutere di agricoltura, migrazioni e sfruttamento

La Cgil, insieme alla Flai, organizza una due giorni di riflessione e lavoro dedicata agli Insibili delle campagne di raccolta. Numerose le iniziative in programma a Rosarno, il 22 e il 23 novembre prossimi. Si comincia alle 6:00 di giovedi 22, con azioni del “Sindacato di strada”. Alle 10:00 la visita alla struttura attrezzata realizzata su un terreno confiscato alla ndrangheta, l’incontro con le associazioni alla presenza del sindaco Elisabetta Tripodi. Venerdi 23, alle 10:00 si terrà un dibattito pubblico presso l’Auditorium comunale, alla resenza di Santino Aiello, segretario generale Flai Cgil Calabria, Piero Soldini, del Coordinamento immigrazione della Cgil nazionale, Nino Calogero, segretario generale della Cgil di Gioia tauro, Michele Gravano, segretario generale della Cgil calabrese. Interverranno inoltre: Yvan Sanet, coordinatore del progetto “Gli invisibili delle campagne di raccolta”, Jean René Bilongo, responsabile del Coordinamento immigrati della Cgil nazionale, Elisabetta Tripodi, sindaco di Rosarno, Domenico Modafferi, sindacodi San Ferdinando, Angelo Politi, direttore provinciale Confagricoltura, Francesco Saccà, presidente provinciale Coldiretti, Nino Inuso, Presidente provinciale Cia. Le conclusioni saranno tratte da Gino Rotella, segretario nazionale della Flai Cgil. Si prosegue nel pomeriggio a Polistena, con una visita alla cooperativa Valle del Marro, che coltiva i terreni confiscati alla ndrangheta. Qui è è previsto un incontro con don Pino De Masi, di Libera.