Domani manifestazione a Polistena (Rc) contro le mafie e la corruzione

No alle mafie! No alla corruzione! Si alla legalità! Queste le parole chiave della manifestazione di domani a Polistena, dal titolo “La Calabria che non si arrende, lottiamo insieme per il cambiamento”, il cui concentramento sarà alle ore 8:30 in via Fausto Gullo. L’evento sarò caratterizzato da un un percorso a tappe commemorativo dove si rivivranno le storie di Peppino Impastato, Giuseppe Valarioti, Antonino Scopelliti e don Pino Puglisi a cui saranno intitolate, due vie ed una piazza e di cui verrnno ricordate le “gesta”. L’intero programma della manifestazione polistenese, che rappresenta il momento clou della Tavola Comunale della Legalità nata all’indomani degli “agguati” nella cittadina pianigiana, è stato illustrato dal sindaco Michele Tripodi, il quale ha sottolineato che “occorre lottare insieme per il cambiamento”, preannunciando che la manifestazione “vuole valorizzare il meglio che c’è della Calabria”.Don Pino De Masi, parroco di Polistena e referente di Libera Piana, ha evidenziato che “le manifestazioni antimafie sono fondamentali per risvegliare le coscienze civili, consci che solo una grande battaglia di popolo può far emergere la legalità”. All’evento prenderanno parte varie associazioni della Calabria, nonchè tutte le scuole di Polistena e rappresentanze degli istituti di Cittanova, Taurianova, Palmi, Gioia Tauro e Rosarno. Aderiscono, inoltre, il Comune di Polistena, Libera, Apica, Riferimenti, Museo della ndrangheta, Stopndrangheta.it, Ammazzateci Tutti, Avviso Pubblico, i sindacati Cgil-Cisl-Uil, Piana Libera, Servizio Civile Nazionale e Fondazione Scopelliti. Sono previsti, tra gli altri, gli interventi del Prefetto di Reggio Calabria Vittorio Piscitelli, della parlamentare Angela Napoli in rappresentanza della Commissione parlamentare antimafia, di Carolina Girasole, sindaco di Isola Capo Rizzuto, del parroco polistenese Don Pino De Masi, di Claudio La Camera rappresentante Museo della ndrangheta, di Adriana Musella dell’associazione Riferimenti, di Teresa Cordopatri e Gaetano Saffioti, dei procuratori Giuseppe Creazzo, Ottavio Sferlazza e Stefano Musolino. La manifestazione sarà conclusa dal concerto degli Etnosound, gruppo di musica popolare della zona.