Calabria: dalla Regione fondi alle associazioni che gestiscono beni confiscati

L’Assessore regionale al Lavoro Francescantonio Stillitani ha reso noto – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – che sono 41 le associazioni e le cooperative sociali beneficiarie del finanziamento relativo al “sostegno alle cooperative sociali che gestiscono beni confiscati alla criminalità organizzata”.

E’ stato definito infatti l’elenco delle associazioni e cooperative sociali, ammesse al finanziamento previsto dall’avviso pubblico per la concessione di contributi per le finalità previste dall’art. 11, comma 5 della legge regionale n. 7, del 21 agosto 2006. Con un impegno pari a 600 mila euro, il bando mira a sostenere soggetti nella gestione del patrimonio derivante dai beni confiscati alla criminalità organizzata ad essi assegnati, attraverso la realizzazione di interventi che incidono sul sistema di valorizzazione dei suddetti beni. Le iniziative ammesse a finanziamento riguardano: opere di ristrutturazione, manutenzione di immobili; acquisto di attrezzature, noleggio e leasing di beni strumentali; impianti e reimpianti di coltivazioni erbacee e arboree e i costi di funzionamento. Attività finalizzate prioritariamente al miglioramento della qualità della gestione e della produzione.

Le 41 associazioni e le cooperative sociali ammesse al finanziamento sono quattro della provincia di Cosenza, cinque per la provincia di Catanzaro, quattro della provincia di Crotone, una per la provincia di Vibo Valentia e ventisette per la provincia di Reggio Calabria.