Africo, i carabinieri arrestano un incensurato, a casa aveva quasi sette chili di cocaina

Nella mattinata odierna i carabinieri della compagnia di Bianco e dello squadrone eliportato Cacciatori Calabria, hanno tratto in arresto Domenico Morabito, residente ad Africo Nuovo, incensurato, responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nel corso di predisposti servizi di controllo del territorio, finalizzati alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri avendo fondato motivo di ritenere che Morabito potesse detenere sostanza stupefacente, facevano una perquisizione presso l’abitazione di quest’ultimo. Durante lo svolgimento della perquisizione, i militari operanti quando sono entrati nella stanza adibita a ripostiglio sono rimasti colpiti dall’atteggiamento nervoso del Morabito, così decidevano di focalizzare maggiormente l’attenzione proprio in quella stanza. Dopo averla perquisita a palmo a palmo, si concentravano sulla plafoniera, che una volta rimossa presentava un buco nel soffitto, eccessivamente sproporzionato per essere un semplice passaggio per i fili della corrente. I carabinieri ampliavano il diametro del foro e scoprivano che vi era un deposito per stupefacente e munizionamento. Erano rinvenuti complessivi 6,8 kg di sostanza stupefacente del tipo cocaina, pura e 2,7 kg di sostanza da taglio, 100 cartucce cal.10 e 25 cartucce cal.7.