fbpx

Serie D, Palazzolo-Messina: le impressioni dei protagonisti

L’allenatore del Messina, Gaetano Catalano: “sono convinto di aver lavorato sempre abbastanza bene. Io sto con i ragazzi e li vedo tutti i giorni in allenamento, so bene come lavorano, capisco che in qualche partita non sono riusciti a dare il massimo, ma credo che oggi hanno disputato una grande partita sotto tutti i punti di vista; tenendo bene il campo e trovando i giusti equilibri, abbiamo fatto tre gol ma potevamo farne qualcuno in più. Sono soddisfatto soprattutto per i tre punti, dopo i due pareggi consecutivi non potevamo permetterci di far scappare le altre squadre lì davanti. Rispetto alle critiche delle settimane passate, probabilmente oggi siamo diventati più bravi agli occhi di tutti, ma non è così. Dobbiamo continuare su questa strada e lavorare con intensità, sappiamo qual’è il nostro obiettivo e vogliamo andare avanti. Le pressioni che abbiamo noi, credo che nessuna squadra le ha in questo girone. Siamo chiamati a vincere ogni partita, e sbloccare subito la gara come oggi ci toglie quel peso delle pressioni che abbiamo, perchè il nostro obiettivo è vincere sempre! Oggi mi è piaciuto tanto l’equilibrio e l’intensità in campo, cambiando modulo riusciamo a tenere alto il pressing ed aggredire gli avversari, garantendo anche copertura sulle fasce. Questo è lo spirito giusto su cui dobbiamo continuare a lavorare”.

Il capitano Giorgio Corona: “oggi grande prestazione di tutta la squadra, sapevamo di affrontare un Palazzolo in forma. Dovevamo vincere per sbloccarci e ci siamo riusciti. Abbiamo davvero giocato bene, facevamo circolare palla dalla difesa fino all’attacco, dobbiamo continuare così, solo in questo modo possiamo essere all’altezza di tutti questi tifosi che ci vengono a trovare ogni domenica. Dopo il pareggio con il Paternò, ci siamo parlati e sapevamo di dover dare una svolta. Questa è una squadra che non deve perdere la tranquillità e l’entusiasmo altrimenti si rischia di fare brutte figure come a Montalto o con il Paternò. Siamo sempre stati dalla parte del mister, la vittoria di oggi è una dedica a lui, ed al patron Pietro Lo Monaco che oggi festeggia il suo compleanno.