fbpx

Serie D, Messina: contro il Palazzolo deve essere la svolta. Catalano: “dobbiamo ricominciare a camminare”

Messina di fronte al primo match-point. La trasferta di domani allo stadio Scrofani-Salustro di Palazzolo, sancirà un “piccolo” passo avanti, o un “piccolo” passo indietro. La corazzata dei Lo Monaco è chiamata alla vittoria a tutti i costi, ma soprattutto ad un prestazione più convincente che faccia vedere buone trame di gioco. Proprio il “gioco”; circolazione di palla, schemi, inserimenti e soprattutto pressing e tanta corsa, sono gli elementi che sembrano scarseggiare nelle file del Messina. Il tecnico giallorosso pare avere optato per l’utilizzo di un modulo diverso, per dare una nuova ossatura, solida e redditizia ad una squadra che fatica ad avere un’identità di gioco e continuità di prestazione. Intanto si contanto gli indisponibili: Leon starà fuori almeno per una settimana per via di un problema muscolare ad un flessore; Guerriera sembra non aver recuperato la condizione migliore dopo il pestone rimediato in amichevole contro il Taormina; e l’inammovibile portiere Lagomarsini, avrà bisogno di un paio di settimane per riprendersi dalla lesione muscolare rimediata durante l’allenamento infrasettimanale.

Stamane nella consueta conferenza stampa pre-gara il tecnico del Messina, Gaetano Catalano si espresso così: “veniamo da due pareggi, l’ultimo con il Paternò, inaspettato. Da domenica dobbiamo ricominciare a camminare. La squadra si allena sempre bene, con grande intensità e tanta voglia, i ragazzi non sono soddisfatti di come si stanno esprimendo in campo, sanno che possono dare di più, cominciando da Palazzolo”.

Nuovo modulo in vista – “L’assenza di Leon – fermato da un guaio muscolare al flessore, che lo terrà fuori dai campi di gioco per almeno una settimana – non ci penalizzerà più di tanto, abbiamo giocato due mesi senza l’honduregno e lo faremo anche adesso, attendendo il suo rientro. Il Messina potrebbe anche giocare con un altro modulo, da due settimane stiamo lavorando su una formazione diversa. Sto sto pensando ad una squadra con due punte o un 4-2-3-1 con una sola punta. Possibile che domani a Palazzolo si veda qualcosa di nuovo: un centrocampo più folto, che possa dare più copertura sugli esterni. Dobbiamo trovare al più presto l’equilibrio della squadra per poter esprimere al meglio i valori. Basta poco per ritrovare la giusta mentalità, quella di inizio campionato, le qualità e la voglia non ci mancano”.

Gli avversari – “Nonostante la posizione di classifica faccia pensare il contrario, il Palazzolo è ben attrezzato, bisogna stare molto attenti, si tratta indubbiamente di una buona squadra. Rispetto ad inizio campionato stanno risalendo la classifica ed hanno conquistato qualche punto in più, non sarà facile, ma noi andremo lì con l’obiettivo di ottenere i tre punti”.