fbpx

Nella Sicilia che non vota c’è una nonna di 100 anni che ha deciso di recarsi alle urne: un esempio per tutti!

Marianna Ragonese oggi festeggia il suo 100° compleanno, ma prima di tutto ieri pomeriggio s’è recata a votare per le Regionali Siciliane, presso la prima sezione del comune di San Mauro Castelverde, dove e’ nata e dove vive da sempre.
L’anziana che ha fatto sempre la casalinga e’ arrivata insieme ad alcuni nipoti. ”E’ giunta camminando tranquillamente nel seggio dove ha infilato la scheda nell’urna – dice il sindaco Mauro Azzolinidomani verra’ festeggiata con tutti i familiari e gli consegnero’ una targa ricordo”.

Nella Sicilia che ha deciso di non votare, con un dato davvero basso per quanto riguarda l’affluenza alle urne (appena il 47,43% degli elettori s’è recato ai seggi), quello di nonna Marianna è un esempio di grande saggezza per tutti. Quando era giovane, non aveva il diritto di recarsi alle urne e solo dal 1946 in poi, quando in Italia venne finalmente istituito il suffragio universale e il suffragio femminile, conquistò finalmente la possibilità di esprimere il proprio parere elettorale, come in ogni Paese civile. Un diritto che oggi in molti preferiscono non sfruttare, delegando così di fatto agli altri la scelta anche per sè.
La politica ha sicuramente le sue colpe nel momento in cui, tra scandali e vergogne, allontana la gente dalla nobile arte democratica, ma stavolta c’era Grillo con il suo Movimento 5 Stelle che, a prescindere da ogni considerazione di merito sui suoi contenuti, certamente discutibili, rappresenta l’anti-politica e, quindi, avrebbe dovuto ammaliare coloro che solitamente si astengono. Invece no. Ad astenersi sono molti più che nel passato, e mai per le Regionali Siciliane c’era stata un’affluenza alle urne così bassa.
Ma nonna Marianna c’è. E’ andata a votare e dev’essere un esempio per tutti: la democrazia si fonda sulle scelte del popolo ed è una straordinaria conquista della storia, non dobbiamo dimenticarcelo mai.