fbpx

Roma: inizia il Consiglio dei Ministri che potrebbe decidere se sciogliere il Comune di Reggio Calabria

Sta per iniziare a Roma una nuova seduta del Consiglio dei Ministri, presieduto dal premier Mario Monti che, durante l’incontro con Regioni ed enti locali ancora in corso in questi minuti a Palazzo Chigi, ha confermato che il CdM si occuperà innanzitutto della riforma del titolo V della Costituzione per restituire alcune competenze delle Regioni a livello centrale. La riforma dovrebbe riportare porti, aeroporti ed energia sotto l’esclusiva competenza dello Stato.
Il nuovo ddl di revisione del Titolo V della Costituzione, in esame al Cdm, prevede che lo Stato abbia legislazione esclusiva nelle seguenti materie: “porti marittimi e aeroporti civili, di interesse nazionale e internazionale, grandi reti di trasporto e di navigazione; ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia“. E’ quanto scritto nella bozza del testo di riforma di cui l’Adnkronos ha preso visione. Queste “sono tutte materie attribuite attualmente alla legislazione concorrente, ma di cui appare piu’ congruo, anche per l’incidenza di normative europee, l’affidamento esclusivo allo stato“, si legge nella bozza del testo di riforma.

Il Consiglio dei Ministri è convocato per l’esame del seguente ordine del giorno:

  • DISEGNO DI LEGGE: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)
  • DISEGNO DI LEGGE: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015
  • NOTA tecnico-illustrativa al disegno di legge di stabilità 2013, a norma dell’articolo 11, comma 9, della legge 31 dicembre 2009, n. 196
  • LEGGI REGIONALI
  • VARIE ED EVENTUALI

ARRIVA LA DECISIONE SU REGGIO? – Secondo alcune indiscrezioni, che comunque non hanno alcuna ufficialità, il ministro Cancellieri avrebbe deciso di portare per oggi in CdM il “caso-Reggio” (che sarebbe discusso tra le voci di “Varie ed Eventuali”, com’è consuetudine per questi casi così delicati). In serata, quindi, potrebbe arrivare la decisione definitiva sull’ipotesi dello scioglimento di Palazzo San Giorgio. Ma al momento non c’è alcuna conferma che davvero la decisione arrivi oggi; il tutto potrebbe finire con l’ennesimo rinvio. Continuate a seguirci in serata per ulteriori aggiornamenti.