fbpx

Ritrovato in mare il corpo senza vita di un ragazzo di 29 anni di Feroleto della Chiesa

Rinvenuto il cadavere di un ragazzo di 29 anni, Antonino Ciurleo, dagli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Gioia Tauro, in prossimità di Joppolo.Il giovane, residente a Feroleto della Chiesa, cittadina nella Piana di Gioia Tauro, era scomparso giovedi mattina.A destare i primi sospetti il ritrovamento della vettura del giovane parcheggiata sul lungomare di Nicotera Marina.Scattava subito la macchina dei soccorsi e si rendeva necessario l’intervento degli uomini della Guardia Costiera, per iniziare una perlustrazione delle acque antistanti il litorale di Nicotera Marina.L’attività di ricerca è durata l’intera mattinata e si sono alternate nella ricerca oltre alle unità dislocate presso la Capitaneria di Porto di Gioia Tauro anche i velivoli appartenenti ai nuclei aerei della Polizia di Stato di Reggio Calabria, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di vibo Valentia, tutti coordinati dal Comandante Tomat e dagli uomini della Sala Operativa di Gioia Tauro.Alle ore 17 circa un velivolo della Guardia Costiera, avvistava il corpo dell’uomo e attraverso l’ausilio di una boetta fumogena segnalava il punto esatto del ritrovamento, permettendo alla motovedetta  il recupero della salma.Alle ore 18 circa, il cadavere veniva portato all’interno del porto di Gioia Tauro, per permettere ai familiari di effettuare il riconoscimento, ed al medico legale di constatare le cause del decesso, avvenuto per annegamento. Ultimamente Antonino pare avesse in diverse occasioni manifestato depressione, scaturente probabilmente dalla incapacità di superare un trauma legato ad un incidente automobilistico nel quale era rimasto coinvolto. L’intera comunità di Feroleto piange una giovane vita strappata dolorosamente all’affetto dei suoi cari da un “male oscuro” protagonista indiscusso di una società distratta oramai dalla frenesia e velocità.