fbpx

‘Ndrangheta: pg chiede conferma condanna per l’ex consigliere regionale Santi Zappalà

Il sostituto procuratore Ezio Arcadi ha chiesto la conferma della condanna di primo grado per Santi Zappala’, l’ex consigliere regionale arrestato nel 2010 e condannato a quattro anni di reclusione per corruzione elettorale. L’accusa si e’ pero’ riservata un ulteriore intervento al termine delle arringhe difensive sulla questione della mancata concessione delle attenuanti generiche dal gup Daniela Oliva in primo grado (che non ha spiegato il punto nelle motivazioni) e per quanto riguarda il solo Zappala’ la ritenuta recidiva. In tutto sono 19 gli imputati che in primo grado scelsero di essere giudicati con il rito abbreviato nel processo ‘Reale’. Tra questi il boss Giuseppe Pelle, condannato a vent’anni di reclusione dal gup. L’avvocato Aldo Labate, tra i primi difensori a intervenire, ha sollevato un’eccezione di inutilizzabilita’ delle intercettazioni nella sua casa di Bovalino. Dalle conversazioni captate sono nate diverse operazioni di polizia negli ultimi anni.